Termoregolazione wireless: impianto di riscaldamento domestico a 4 zone

In questo articolo vedremo come gestire un impianto a pavimento diviso in quattro zone adottando le soluzioni per la termoregolazione wireless e Wi-Fi Seitron. I prodotti utilizzati sono:

  • Kit Hygge Home - KTY003 composto da:
    • Cronotermostato Hygge - DTD31B 
    • Gateway Hygge Way - GG0315 
    • Ricevitore Hygge radio - DRR30X 
  • Cronotermostato Hygge - DTD31B 
  • Ricevitore Hygge radio multi-zone - DRR32M 

Lo scopo è arrivare ad una gestione indipendente dei quattro ambienti, unita al controllo remoto tramite smartphone dell’impianto.

Introduzione

Cambio del termostato

La volontà di effettuare un upgrade dell’impianto di riscaldamento adottando le moderne soluzioni di gestione da smartphone tramite Wi-Fi, porta spesso a scontrarsi con le difficoltà dovute alla necessità di effettuare delle opere murarie. La maggior parte dei termostati wifi è infatti alimentata a 230V e spesso può presentarsi il problema della mancanza dei cavi di alimentazione nel punto adibito all’installazione del termostato. 

In casi come questo, o comunque in situazioni simili che richiedono un’alta libertà di installazione, una soluzione che combini la comunicazione wireless con la caldaia ad una Wi-Fi con lo smartphone è senza dubbio da preferirsi. 

I vantaggi

La soluzione Seitron pensata per rispondere a queste esigenze è Hygge, un cronotermostato wifi a batteria dotato di comunicazione wireless. Ai vantaggi derivanti dall’uso combinato di queste tecnologie, il ricevitore radio DRR30X, oltre ad essere provvisto di un relè di comando dedicato, aggiunge la possibilità di comunicare via Modbus con la caldaia, sfruttando così la possibilità di modulazione che favorisce un ulteriore risparmio rispetto al classico cronotermostato. 

Vantaggi di un impianto wireless con cronotermostato wifi:

  • Nessuna opera muraria 
  • Totale libertà di installazione 
  • Controllo remoto da smartphone 
  • Sistema facilmente espandibile 
  • Uscita Modbus per modulazione 
  • Risparmio energetico 

Scopo

Scopo di questo articolo è illustrare come collegare e configurare Hygge per gestire un impianto di riscaldamento a 4 zone. Per aiutarci nella scelta sul numero di ricevitori e termostati necessari per gestire al meglio l’impianto, possiamo iniziare rispondendo alle seguenti domande:

  • Quante zone devo gestire? 
  • Quante elettrovalvole (testine) ci sono per ogni zona nel collettore? 
  • Da cosa è alimentato l’impianto (caldaia, pompa di calore, etc.)? 

Supponendo di dover gestire 4 zone, con un totale di 4 attuatori e l’impianto alimentato da una caldaia, la situazione tipo sarebbe come quella esemplificata nello schema della figura 1. 

Come vediamo, ogni zona è provvista di un cronotermostato Hygge dedicato che comunica allo stesso tempo con il ricevitore DRR30X, collegato alla caldaia, e con il ricevitore (di zona) DRR32M, collegato all’attuatore di riferimento. In questa configurazione il ricevitore DRR32M gestisce fino ad un massimo di due zone ed è quindi accoppiato a due Hygge. 

Questa configurazione è possibile quando le testine sono tutte nello stesso collettore. 

termoregolazione wireless schema impianto
Figura 1

Installazione

Fase preliminare

Il punto di partenza per la gestione di un impianto a quattro zone è il kit KTY003, che comprende il cronotermostato Hygge, il ricevitore DRR30X e il gateway Wi-Fi Hygge way. 

Il DRR30X, provvisto di un’uscita relè SPDT e di un’uscita Modbus, si occupa della gestione della caldaia, mentre per le valvole di zona/attuatori dobbiamo utilizzare dei ricevitori DRR32M (2 o 4 a seconda della situazione descritta al punto 2). 

ATTENZIONE

  • Qualora il carico pilotato dal ricevitore DRR32M funzioni a tensione di rete, è necessario che il collegamento avvenga tramite un interruttore onnipolare conforme alla norme vigenti e con distanza di apertura dei contatti di almeno 3 mm in ciascun polo. 
  • L’alimentatore 24V deve essere dotato di protezione da sovraccarico. 
  • Prima di effettuare qualsiasi collegamento accertarsi che la rete elettrica sia scollegata. 

Collegamenti

Gli unici dispositivi che necessitano di un collegamento elettrico per la messa in funzione dell’impianto sono il DRR32M e il DRR30X. 

Collegamento DRR32M-Valvola di zona/attuatore 

Le operazioni di seguito dovranno essere ripetute per ogni DRR32M necessario, il cui numero, come visto, varia in base al numero di zone e alla loro disposizione

  • Il DRR32M può essere alimentato a 230VAC - 50Hz oppure 24VAC . I morsetti L e N alimentano il ricevitore a 230VAC e sono da collegare alla tensione di rete con il neutro sul morsetto N (Fig. 2). In alternativa collegare l’alimentazione ai morsetti a e N per alimentare il ricevitore a 24VAC (Fig. 3). 
  • I terminali 1, 2 e 3 sono i contatti, liberi da tensione, tipo SPDT del relè di uscita relativo al canale 1. I terminali 4, 5 e 6 sono i contatti, liberi da tensione, tipo SPDT del relè di uscita relativo al canale 2. Le figure 3 e 4 mostrano come collegare le valvole che verranno alimentate, usando il contatto NA del relè, quando le uscite saranno attivate, ossia quando il cronotermostato chiederà caldo (riscaldamento).
Fig. 02: Collegamento DRR32M a 230V
Fig. 03: Collegamento DRR32M a 24V

Collegamento DRR30X-Caldaia 

Di seguito i due passi per il collegamento del ricevitore DRR30X al fine di controllare accensione/spegnimento della caldaia. Al DRR30X possono essere collegati fino a 50 cronotermostati Hygge. Il primo Hygge che chiede caldo accende la caldaia e la relativa valvola di zona, collegata precedentemente al DRR32M. 

  • Il ricevitore può essere alimentato a 85..264VAC 47..63Hz. I morsetti L e N alimentano il ricevitore a 85..264VAC e sono da collegare alla tensione di rete con il neutro sul morsetto N. 
  • I terminali 3, 4 e 5 sono i contatti, liberi da tensione, tipo SPDT del relè di uscita. In figura 4 è illustrato come collegare il ricevitore ad una caldaia. 

Per informazioni sul modo di funzionamento e sul protocollo di comunicazione MODBUS® RTU è necessario rivolgersi al distributore locale.

Fig. 04: Collegamento DRR30X alla caldaia

Accoppiamento dei dispositivi 

I dispositivi compresi nel kit KTY003 sono già preaccoppiati in fabbrica. Dopo aver effettuato i collegamenti, l’unica operazione da realizzare sarà quella di associare il gateway Hygge way alla rete Wi-Fi tramite l’app Seitron Smart. 

Per aggiungere il DRR32M sarà invece necessario seguire la procedura di autoapprendimento descritta nella sezione “Accoppiamento (Pairing) dispositivi aggiuntivi” (pagina 11) del manuale

Infine, l’aggiunta al sistema di ulteriori Hygge e ricevitori DRR32M, dovrà essere effettuata seguendo lo schema sotto riportato. 

schema di accoppiamento cronotermostato hygge aggiuntivo

Conclusioni

Il caso esaminato può essere facilmente esteso a situazioni nelle quali è necessario controllare più zone. In particolare si dovrà sempre partire con l’acquisto di un kit KTY003 ed estenderlo in base al numero di zone da gestire. 

Come abbiamo visto, in base alla collocazione fisica degli attuatori, possiamo aver bisogno di un ricevitore DRR32M per zona, oppure pilotare fino a 2 zone con lo stesso ricevitore. 

Sarà in ogni caso opportuno prevedere un cronotermostato Hygge DTD31B per ogni zona.